fbpx

10 Trucchi e Consigli Per Far Durare il Profumo Più a Lungo

Ti piacerebbe essere avvolto dal tuo profumo di nicchia preferito per tutto il giorno, ma ritieni che non sia abbastanza persistente e dopo un paio d’ore non lo senti più? Abbiamo buone notizie per te: la durata di un profumo non dipende soltanto dal profumo in sé, ma anche da altri fattori, ad esempio il modo in cui viene spruzzato. Se stai cercando un modo per far durare il profumo più a lungo, quindi, ti consigliamo di seguire questi 10 semplici accorgimenti… siamo sicuri che sia tu che le persone che ti stanno accanto noterete una bella differenza!

1. Scegli il profumo giusto

Il primo trucco per assicurarsi che il profumo duri a lungo è… acquistare un profumo che dura a lungo! Dato che i profumi sono composti in parte dal profumo in sé (oli essenziali e/o molecole sintetiche) e in parte da alcol, un buon modo per stimare la persistenza di un profumo è conoscerne la concentrazione.

Eau de Cologne: bassa concentrazione di profumo (inferiore al 5%).
Eau de Toilette: media concentrazione di profumo (5-10%).
Eau de Parfum: alta concentrazione di profumo (10-20%).
Extrait de Parfum: altissima concentrazione di profumo (superiore al 20%).

Le acque di Colonia (che, a proposito, non sono solo da uomo, come molti credono) sono fresche e leggere e vanno benissimo per l’estate, ma non sono molto persistenti. Se stai cercando un profumo che duri a lungo, quindi, ti consigliamo un Eau de Parfum o ancora meglio un Extrait de Parfum, possibilmente con base ambrata, legnosa, muschiata o speziata (i profumi agrumati e fioriti sono generalmente meno persistenti). Alcuni dei marchi di profumeria aristica conosciuti per l’elevata persistenza sono Mancera, Montale, Nasomatto, Orto Parisi e Perris Monte Carlo.

2. Non conservare il profumo in bagno

Se hai mai letto l’etichetta di una bevanda o di un alimento, avrai probabilmente notato l’indicazione “conservare in luogo fresco, asciutto e lontano da fonti di luce”. La stessa cosa vale per i profumi: per conservarli al meglio, e quindi assicurarti che rimangano intensi e persistenti anche dopo mesi o anni, è importante conservarli nel luogo giusto. Molte persone li conservano in bagno, che però è la zona della casa più soggetta a umidità e sbalzi di temperatura. Ti consigliamo invece di conservarli in un’altra stanza, possibilmente all’interno della loro scatola per proteggerli dalla luce.

3. Idrata la pelle prima di spruzzare il profumo

Le molecole del profumo si legano meglio alla pelle idratata che a quella secca, pertanto il momento migliore per spruzzarlo è subito dopo aver applicato la crema o lozione idratante dopo la doccia.

4. Usa creme e lozioni con la stessa fragranza

Alcuni profumi, soprattutto quelli di nicchia o artistici, sono disponibili anche in formato crema o lozione, ad esempio Salina di Laboratorio Olfattivo. Utilizzare questi prodotti oltre al profumo in sé è un ottimo modo per avvolgersi con la propria fragranza preferita e restare profumati per tutto il giorno.

5. Spruzza il profumo nei punti giusti

Affinché il profumo venga disperso correttamente nell’aria circostante, è importante spruzzarlo nelle parti del corpo più calde e più riccamente vascolarizzate. I punti migliori sono il collo (in particolare ai lati) e gli interni dei polsi, ma in caso di abiti corti vanno benissimo anche gli interni dei gomiti e i cavi poplitei (la parte posteriore delle ginocchia).

6. Non sfregare la pelle dopo aver spruzzato il profumo

Una volta spruzzato il profumo, non sfregare la pelle e non toccare i polsi tra loro. Così facendo romperesti le molecole delle note di testa, dissolvendole più velocemente del normale.

7. Spruzza il profumo sul pettine

Alcune persone spruzzano il profumo sui capelli, oltre che sul corpo, tuttavia noi consigliamo di evitarlo, in quanto l’alcol presente nei profumi può seccare i capelli. Se però desideri comunque avere una chioma profumata, puoi sempre spruzzare un po’ di profumo sul pettine e poi pettinarti normalmente. I tuoi capelli risulteranno profumati e non correrai il rischio di seccarli!

8. Prova a spruzzarlo anche sugli abiti

Se vuoi avvolgerti in una nuvola profumata puoi spruzzare il profumo anche sugli abiti o, in inverno, sulla sciarpa. Attenzione però a evitare profumi colorati e/o oleosi, altrimenti rischieresti di macchiare i tessuti. Ricorda anche che un profumo spruzzato su un tessuto potrebbe avere un odore diverso dallo stesso profumo spruzzato sulla pelle (vedi il punto 5 di questo articolo).

9. Combina il profumo con un profumo fissante

Sapevi che esistono profumi fissanti, cioè in grado di esaltare gli altri profumi? Ad esempio, Serra&Fonseca Eau de Moi (che, tra l’altro, è uno dei pochi profumi senza allergeni), Escentric Molecules Molecule 01 e Aether Aetheroxyde sono buonissimi anche da soli, ma se combinati con altri profumi li rendono più intensi e persistenti. Provare per credere!

10. Combina il profumo con una crema o a una lozione

Se vuoi che il tuo corpo resti profumato a lungo, puoi addirittura aggiungere il profumo a una crema o lozione idratante dalla profumazione neutra. Applicala generosamente su tutto il corpo dopo la doccia mattutina e la tua fragranza preferita ti avvolgerà fino a sera!

Non importa se utilizzi profumi di nicchia appartenenti al mondo della profumeria artistica oppure profumi tradizionali, ci auguriamo che tu abbia trovato utili i nostri consigli su come aumentare la durata del profumo! Lasciaci un commento e condividi l’articolo sui social!

Lascia un commento