fbpx

Fai un regalo alla tua pelle: scegli i cosmetici di qualità

I pericoli dei cosmetici “da supermercato”

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di cosmetici naturali, biologici, eco friendly, senza parabeni… ma di cosa si tratta esattamente, e cosa cambia rispetto ai cosmetici tradizionali che troviamo al supermercato?

La differenza più grande sta nell’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), che non è altro che la lista degli ingredienti che compongono un cosmetico. Se analizziamo l’INCI di un prodotto da banco, è molto probabile che al suo interno siano presenti sostanze non proprio salutari per l’organismo, ad esempio:

  • Laurilsolfato di sodio (sodium lauryl sulfate o SLS) e sodio lauriletere solfato (sodium laureth sulfate o SLES). Sono due tensioattivi utilizzati nella quasi totalità dei detergenti (bagno e doccia schiuma, shampoo, saponi, ecc) con lo scopo di rimuovere le molecole di grasso e di sporco e produrre schiuma. Oltre a essere tossici, sono anche irritanti poiché rimuovono il sebo in maniera molto aggressiva, danneggiando la delicata barriera protettiva nella pelle. Negli shampoo il loro effetto può essere così eccessivo da ottenere il risultato opposto di quanto desiderato: il cuoio capelluto infatti, privato del suo sebo naturale, ne comincerà a produrre di più per compensare la perdita, rendendo i capelli ancora più unti! Oltre a questo, uno scalpo sottoposto regolarmente a trattamenti così aggressivi è sicuramente un ambiente favorevole per la formazione della forfora. Per preservare il delicato equilibrio della pelle e del cuoio capelluto è quindi una buona idea utilizzare prodotti privi di questi tensioattivi. Durante l’utilizzo formeranno poca o nessuna schiuma, dando l’impressione di essere poco efficaci, ma questo non significa che non siano in grado di svolgere il loro lavoro. Anzi, lo faranno in maniera efficace ma delicata, senza provocare fastidiose irritazioni.
  • Parabeni (methylparaben, propylparaben, butylparaben, ethylparaben e altri). Contenuti in 8 cosmetici su 10, si tratta di composti con azione antibatterica e antifungina che vengono utilizzati in cosmesi come conservanti. Da alcuni studi scientifici è emerso che i parabeni potrebbero essere un fattore di rischio per alcuni tipi di tumori, in particolare quello al seno, e che potrebbero interferire con la normale funzionalità ormonale causando disturbi dell’apparato endocrino. È vero che i cosmetici si deteriorerebbero più in fretta senza conservanti, ma questo non significa che sia per forza necessario ricorrere ai parabeni. In natura infatti esistono tantissime sostanze dall’alto potere conservante e antibatterico che possono svolgere le stesse funzioni dei parabeni senza però provocare dannosi effetti collaterali.
  • Formaldeide (formaldehyde). Ebbene sì, la sostanza utilizzata dalle pompe funebri per la conservazione delle salme si può trovare anche nei prodotti cosmetici! In particolare può essere presente in bagno e doccia schiuma, shampoo, balsami, smalti per le unghie, ombretti e altri prodotti per la detersione e per il make up. La sua funzione antibatterica non è molto diversa da quella dei parabeni, ma la sua tossicità e notevolmente superiore a questi ultimi ed è stata dimostrata la sua correlazione con alcuni tipi di cancro (seno, stomaco, intestino e altri).
  • Glicole propilenico (propylene glycol). Un derivato del petrolio utilizzato in campo industriale come decongelante per gli aeroplani… e nei cosmetici come umettante, cioè sostanza che trattiene l’umidità per poi trasferirla alla pelle! Può causare gravi reazioni allergiche e danni ai reni e al fegato.
  • Paraffina (paraffinum liquidum). Un altro derivato dal petrolio, presente nella quasi totalità delle creme idratanti. Nella sua forma non raffinata è di colore marrone e ambrato ed estremamente tossica e cancerogena. In cosmetica viene raffinata fino a raggiungere il colore bianco ed è fortunatamente meno tossica. Tuttavia, formando una pellicola lipidica sulla pelle, ne ostacola la naturale respirazione e può favorire l’invecchiamento e la formazione di acne.
  • Ftalati (phtalates, varie sostanze). Grazie alla loro funzione plastificante sono largamente impiegati nella produzione di deodoranti, smalti per unghie, rossetti e altri prodotti cosmetici e di make up. Sono tossici per il sistema endocrino: nell’uomo possono causare una riduzione del testosterone e della fertilità, nelle donne parto prematuro ed endometriosi, una grave infiammazione dell’apparato riproduttivo. Purtroppo alcuni produttori di cosmetici anziché elencarli nell’INCI li classificano semplicemente come “fragrance” senza riportare esattamente di cosa si tratta.
  • Triclosano (triclosan). Presente in saponi, deodoranti e dentifrici, è un antibatterico dalla struttura molecolare simile a quella della diossina. Da alcuni studi è emerso che il triclosano si accumula nei tessuti e addirittura nel latte materno, causando disturbi al fegato e al sistema immunitario, sterilità e cancro alla pelle. Inoltre, essendo un antibatterico molto potente, può causare resistenza batterica. Questo significa che gli eventuali batteri esposti al triclosano che riescono a sopravvivere diventano più resistenti e potenzialmente impossibili da eliminare anche con gli antibiotici.

Degni di nota sono anche gli OGM, gli organismi geneticamente modificati di cui tutti abbiamo sentito parlare. I più coltivati al mondo sono quattro: soia, mais, cotone e colza… tutti utilizzati in cosmesi! A oggi non è ancora ben chiaro quali siano gli effetti degli OGM sulla salute, è un dato di fatto però che nella loro coltivazione vengono utilizzati pesticidi ed erbicidi estremamente tossici sia per l’uomo che per l’ambiente.

Perché utilizzare cosmetici di qualità

In cosmesi è vero più che mai che si paga per quel che si ottiene, e si ottiene ciò per cui si paga. Se andiamo al supermercato e acquistiamo una crema da 2 €, come possiamo anche solo pensare che sia formulata con ingredienti di qualità? È chiaro che i produttori di cosmetici commerciali utilizzano ingredienti economici sintetizzati in laboratorio e non estratti naturalmente dalle piante, altrimenti non potrebbero vendere i loro prodotti a prezzi così competitivi.

Se teniamo alla pelle (letteralmente!), quindi, dovremmo optare per prodotti un po’ più costosi, ma formulati con ingredienti di qualità e lavorati con metodi sicuri. La scelta migliore sta nei cosmetici biologici, prodotti con ingredienti naturali al 100% derivati da coltivazioni sostenibili senza uso di pesticidi o sostanze artificiali e senza OGM. È anche vero, però, che i cosmetici veramente biologici sono difficili da trovare (quelli che riportano in etichetta “con estratto di … 100% biologico” di biologico hanno solo quello, mentre tutti gli altri ingredienti potrebbero essere chimici!), e che vengono spesso proposti a prezzi proibitivi.

Dopo un’attenta e approfondita ricerca abbiamo quindi selezionato quelli che sono, secondo noi, i migliori marchi di cosmetici per quanto riguarda gli ingredienti, mantenendo allo stesso tempo un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Grown Alchemist

La nostra scelta biologica: Grown Alchemist

Tra i marchi di cosmetici biologici, la nostra scelta cade sul brand australiano Grown Alchemist. Ideato da un team di chimici esperti, combina i migliori ingredienti biologici con le ultime scoperte in campo erboristico senza ricorrere a composti artificiali. Tutti i prodotti Grown Alchemist sono 100% di origine vegetale, adatti qundi anche ai vegani, e certificati cruelty free, cioè non testati sugli animali. Come se non bastasse, tutte le confezioni dei prodotti Grown Alchemist sono create con materiali riciclabili nel pieno rispetto dell’ambiente e della natura.

Grown Alchemist

Dove acquistare i prodotti Grown Alchemist? Li trovi sul nostro sito www.ottavianobiella.it o nel nostro punto vendita di Biella in via San Filippo 8/e.

Un’ottima alternativa: Aesop

Chi preferisse una linea di cosmetici più ampia potrebbe trovare interessante Aesop. Si tratta di un altro marchio australiano, in questo caso non biologico al 100%, ma che combina ingredienti biologici con le ultime tecnologie scientifiche.

Anche Aesop è disponibile su www.ottavianobiella.it e nel nostro negozio di Biella.

Lascia un commento