fbpx

La scienza dei solari: come funzionano e perché utilizzarli

Solo il 15% degli uomini e il 30% delle donne utilizzano regolarmente prodotti con protezione solare. Tu sei tra questi? Se sì, molto bene! Se invece hai sempre pensato che i solari siano inutili, o se semplicemente non ti sei mai posto il problema, forse è arrivato il momento di scoprire come funzionano. Buona lettura!

Il pericolo dei raggi solari

Prima di vedere come proteggersi dal Sole, partiamo dal principio: che cosa succede se non lo facciamo?

Quando siamo all’aperto, la nostra pelle riceve i raggi ultravioletti (UV) provenienti dal Sole. Tra questi troviamo:

– I raggi UVB, quelli che causano le classiche scottature (di cui parleremo a breve). Sono generalmente pericolosi solo d’estate durante le ore centrali della giornata.

– I raggi UVA, più subdoli ma anche più dannosi. Non provocano scottature, ma a lungo andare tendono a inspessire e invecchiare la pelle, oltre a essere un fattore di rischio per alcuni tipi di cancro, tra cui il melanoma.

Tecnicamente, il danno causato dai raggi UV avviene per alterazione del DNA delle cellule. I raggi UV trasportano più energia della luce visibile dall’occhio umano, e quando vengono a contatto con la pelle possono penetrare all’interno delle cellule e rompere i legami tra le basi azotate dei quattro nucleotidi (adenina, citosina, guanina e timina) che compongono il DNA.

A questo punto le cellule alterate, per evitare di diventare cancerogene (il cancro non è altro che un ammasso di cellule alterate), si suicidano (letteralmente!) tramite un processo biologico di autodistruzione chiamato apoptosi. Se questo non accadesse, probabilmente ci ammaleremmo tutti di tumore alla pelle dopo qualche tempo trascorso al Sole.

Questa morte programmata delle cellule è il motivo per cui, dopo un’esposizione al Sole particolarmente prolungata, avviene il cambio della pelle, in cui il nostro corpo rimuove lo strato di cellule morte e lo sostituisce con nuove cellule più giovani e sane.

La scottatura

Cosa succede invece quando ci scottiamo? Le scottature sono capitate a tutti almeno una volta nella vita e, si sa, sono molto fastidiose. Di per sé non comportano alcun pericolo, visto che il danno è già avvenuto durante l’esposizione al Sole. Il rossore e la sensazione di bruciore sono infatti dovuti alle naturali difese del corpo che, dopo aver percepito il danno, inondano le cellule di sangue (che, ricordiamo, trasporta ossigeno e sostanze nutritive) per facilitare e velocizzare il processo di guarigione.

Si tratta quindi di un processo naturale che, seppur tutt’altro che piacevole, è necessario alla rigenerazione della pelle. Per facilitarlo è bene munirsi di un buon doposole e applicarlo sulla pelle ogni giorno dopo l’esposizione al Sole e non solo quando ormai è troppo tardi.

Troverai i nostri consigli sui migliori doposole in fondo all’articolo, ma prima parliamo un po’ di abbronzatura e di protezione solare.

L’abbronzatura

Come prevenire le scottature e tutti gli altri danni causati dai raggi UV? Fortunatamente la natura ha dotato il nostro corpo di una prima linea di difesa: l’abbronzatura! Quando i raggi del Sole, in particolare gli UVA, colpiscono la pelle, il corpo produce la famosa melanina (da non confondere con la melatonina, uno degli ormoni del sonno) grazie ai melanociti che si trovano in profondità nell’epidermide.

La funzione della melanina è quella di schermare la pelle impedendo il passaggio dei raggi solari. Più melanina produciamo, più la pigmentazione della nostra pelle diventa scura, più siamo protetti dal Sole. La quantità di melanina prodotta da ciascuno di noi è variabile: basta pensare alle persone di diverse etnie oppure agli albini che non ne producono proprio.

Attenzione però: essere abbronzati non significa essere protetti al 100%. L’abbronzatura, infatti, non è sufficiente ad evitare i danni del Sole in quanto equivale approssimativamente all’applicazione di una crema con fattore di protezione 4.

Ma cosa indica esattamente il fattore di protezione? Scopriamolo insieme!

Il Fattore di Protezione Solare (SPF)

Il Fattore di Protezione Solare o SPF (Sun Protection Factor), per intenderci, quello presente sulle etichette dei prodotti solari, è usato per misurare la percentuale di raggi solari che raggiunge la pelle.

Il concetto è piuttosto semplice: un solare con SPF 15 applicato sulla pelle farà passare solo 1/15 dei raggi UV, bloccando i restanti. Un SPF 30 ne farà passare solo 1/30, e così via.

Da qui si evince che l’SPF indica, oltre all’efficacia del prodotto in sé, anche il tempo dopo il quale ci scotteremo. Ad esempio, se senza protezione solare impieghiamo 10 minuti a scottarci, applicando un SPF 15 ne impiegheremo 10 x 15 = 150. Se invece di solito ci scottiamo dopo 30 minuti e applichiamo un SPF 6, ci scotteremo dopo 6 x 30 = 180 minuti.

Attenzione però, tutto questo è vero solo a patto che la protezione venga applicata nella giusta dose, che corrisponde a 2 mg per cm2 di pelle. Per proteggere tutto il corpo di un adulto servono quindi circa 35 ml di prodotto, che corrispondono a 7 cucchiaini. Molto di più, quindi, di quanto la maggior parte di noi è abituata a usare.

Inoltre, affinché la protezione solare mantenga la sua efficacia, va applicata con regolarità durante la giornata (indicativamente ogni 2 ore), indipendentemente dal suo fattore di protezione. Non importa, quindi, se usiamo un prodotto con SPF 6 o uno con SPF 50: nessuno dei due durerà tutto il giorno sulla pelle, soprattutto se sudiamo o ci immergiamo in acqua.

È importante quindi usare prodotti protettivi di qualità, formulati per resistere a lungo, e possibilmente ad ampio spettro, ovvero in grado di filtrare tutti i tipi di raggi UV.

I migliori solari con SPF

Ora che sei diventato un esperto sulla protezione solare, vediamo insieme alcuni tra i migliori prodotti con SPF.

Per il viso: Bakel Suncare Protezione Molto Alta Viso

Bakel Suncare Protezione Molto Alta VisoLa pelle del viso è più delicata di quella del corpo, per cui occorre una protezione più alta. Noi consigliamo questa crema Bakel Suncare con SPF 50 e ingredienti attivi anti età.

Per il corpo: Australian Gold SPF 30

Australian Gold SPF 30Un classico di Australian Gold, questa crema dal delicato profumo esotico offre una protezione efficace grazie ai suoi ingredienti naturali e sicuri.

Per chi non vuole ungersi: Evy Sunscreen Mousse

Evy Sunscreen MousseQuesta mousse è un’ottima alternativa alle creme tradizionali, ideale per chi cerca un prodotto che non unge e si assorbe facilmente.

Per chi vuole anche abbronzarsi: Australian Gold Kona Coffee

Australian Gold Kona CoffeeLa linea Kona Coffee di Australian Gold è perfetta per chi desidera abbronzarsi velocemente proteggendo allo stesso tempo la pelle dai danni del Sole.

Per chi è già abbronzato: Diego dalla Palma O’Solemio Olio Spray

Diego dalla Palma O'Solemio Olio SpraySe sei già abbronzato e cerchi una protezione più bassa prova questo olio spray di Diego dalla Palma, perfetto sia per il viso che per il corpo.

Per i bambini: Miami Beach Suncare Kids Sunscreen Lotion

Miami Beach Suncare Kids Sunscreen LotionAnche i bambini necessitano di protezione. Per loro proponiamo la linea Miami Beach, raccomandata ufficialmente dai bagnini delle spiagge di Miami!

I migliori doposole

Dopo l’esposizione al Sole è importante idratare e lenire la pelle, anche è stata protetta adeguatamente in precedenza. Di seguito elenchiamo la nostra selezione dei migliori doposole.

Per il viso: Bakel Suncare Doposole Viso e Corpo

Bakel Suncare Doposole Viso e CorpoQuesto doposole nutre e rinfresca la pelle grazie alla sua altissima concentrazione di ingredienti attivi. Ottimo per il corpo ma ancora meglio sul viso!

Per il corpo: Australian Gold Forever After all Day Moisturizer

Australian Gold Forever After all Day MoisturizerPer chi vuole una pelle morbida e idratata fino a 24 ore consigliamo il doposole Australian Gold della linea Forever After.

Per chi non vuole ungersi: Evy After Sun Mousse

Evy After Sun MousseL’innovativa mousse Evy che non unge e si assorbe rapidamente è disponibile anche in versione doposole. Provala e non riuscirai più a farne a meno!

Per chi si è scottato: Ligne St Barth After Sun Aloe Vera Gel with Mint

Ligne St Barth After Sun Aloe Vera Gel with MintIn caso di fastidiose scottature non c’è niente di meglio dell’aloe vera! Il doposole Ligne St Barth tonifica, rinfresca e lenisce la pelle grazie ai suoi estratti naturali e può essere utilizzato anche sulle punture di insetti.

Per chi vuole sentirsi profumato a lungo: Australian Gold Hemp Nation

Australian Gold Hemp NationUna giornata di Sole, poi una bella doccia rinfrescante. Se oltre a idratare la pelle vuoi anche mantenerla profumata, prova la linea Hemp Nation di Australian Gold, disponibile in tante fragranze esotiche.

Per i bambini: Bakel Babykel Crema Bambino Viso e Corpo

Bakel Babykel Crema Bambino Viso e CorpoLa crema Babykel è studiata appositamente per la pelle dei bambini e può essere utilizzata in qualunque momento. Noi la consigliamo in particolare per la pelle arrossata dopo l’esposizione al Sole.

E tu, cosa usi per proteggerti dal Sole? E quali sono i tuoi doposole preferiti? Faccelo sapere nei commenti!

Lascia un commento