Libri e Profumi – Capitolo 13: Il Profumo e Houbigant

Avremmo potuto esordire nella nostra serie di blog dedicata a libri e profumi con Patrick Suskind e il suo romanzo più celebre, Il Profumo, indiscutibile capolavoro della letteratura mondiale. Ma sarebbe stato banale e un po’ scontato e noi di Ottaviano abbiamo scelto di non esserlo mai: abbiamo preferito ritagliarci uno spazio in quel mondo esclusivo e mai ovvio che è quello della profumeria artistica. Non potevamo, tuttavia, trascurare uno dei libri che ci piacciono di più, il libro che racconta l’ossessione olfattiva che, con le dovute proporzioni, caratterizza anche noi e il nostro lavoro.


“Il Profumo, indiscutibile capolavoro della letteratura mondiale, è uno dei libri che ci piacciono di più, il libro che racconta l’ossessione olfattiva che, con le dovute proporzioni, caratterizza anche noi e il nostro lavoro.”


Serviva solo il momento adatto e, ancor di più, l’accostamento perfetto con le fragranze, tutte, nessuna esclusa, di Houbigant, la più antica maison di profumeria artistica del mondo, l’unica con quattro secoli di storia: la maison i cui profumieri hanno creato fragranze di nicchia straordinarie e cambiato per sempre il mondo della profumeria inventando, tra le altre cose, la famiglia olfattiva fougere.

“Nel diciottesimo secolo visse in Francia un uomo, tra le figure più geniali e scellerate di quell’epoca non povera di geniali e scellerate figure. Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille e se il suo nome, contrariamente al nome di altri mostri geniali quali de Sade, Saint-Just, Fouché, Bonaparte, oggi è caduto nell’oblio, non è certo perché Grenouille stesse indietro a questi più noti figli delle tenebre per spavalderia, disprezzo degli altri e immoralità, bensì perché il suo genio e unica ambizione rimase in un territorio che nella storia non lascia traccia: nel fugace regno degli odori.”

Inizia così il romanzo che regalerà a Suskind l’immortalità della fama letteraria. Inizia in un mondo dove l’aria è irrespirabile, punteggiata di cattivi odori, dove i profumieri sono scienziati della chimica e della farmacia e dove un ragazzino, dotato di un senso dell’olfatto straordinario, nato nel quartiere più maleodorante di Parigi, abbandonato tra i rifiuti dalla madre, finisce col diventare l’uomo più potente, folle e pericoloso di Francia. Lo diventa a partire dal primo profumo che, adolescente, annusa su una ragazza: la sua prima vittima.


“In un mondo dove i profumieri sono scienziati della chimica e della farmacia un ragazzino dotato di un senso dell’olfatto straordinario finisce col diventare l’uomo più potente, folle e pericoloso di Francia.”


In un crescendo di psicosi e ossessione, alla ricerca della fragranza perfetta, Jean-Baptiste arriva sull’orlo dell’abisso… ma non ti sveliamo se riuscirà a mantenersi in bilico o se vi precipiterà, così come non ti sveliamo la magia avvolgente delle fragranze Houbigant, perché vi sono esperienze che vanno provate, lette, annusate, per essere davvero comprese.

Conoscevi già i profumi Houbigant? Qual è il tuo preferito, o quale ti incuriosisce di più? Faccelo sapere nei commenti e condividi l’articolo con i tuoi amici!

Lascia un commento

Avvia chat
1
Buongiorno! Come posso esserti utile?