Promo estate: spedizione gratuita senza minimo d'ordine!

Profumeria Artistica vs Profumeria Tradizionale

Qual è la differenza tra i profumi di nicchia e i profumi commerciali?

Chi varca la porta di una profumeria artistica per la prima volta spesso non sa cosa aspettarsi. Viene attirato dal fascino e dall’atmosfera dell’ambiente, dall’inebriante profumo che aleggia nell’aria, dall’eleganza dei flaconi, dalla disposizione maniacalmente curata dei prodotti sugli scaffali, dalla miriade di colori e packaging diversi che contraddistinguono i vari brand, ma magari non sa cosa realmente celano tutti questi “oggetti del desiderio”.

C’è chi suppone di entrare in una profumeria tradizionale, chi crede di trovare al di là del bancone una sorta di alchimista che crea le fragranze, e anche chi pensa che si vendano profumi esclusivamente formulati con sostanze naturali. Nulla di tutto questo è vero! Scopriamo allora che cos’è la profumeria di nicchia e quali sono le differenze con la profumeria classica.

Profumeria Artistica vs Profumeria Tradizionale

Location

Le profumerie commerciali sono spesso in mano a multinazionali, quindi ogni negozio appartiene a un franchising. I negozi hanno solitamente metrature ampie e il loro layout è identificativo della casa di appartenenza.

Le profumerie artistiche sono invece negozi più piccoli in mano a un privato che sceglie l’arredamento secondo il suo gusto come se volesse trasferire al negozio una parte di lui e accoglie il cliente nel suo spazio con la stessa ospitalità con cui si riceve un invitato a casa.

Profumeria Artistica vs Profumeria Tradizionale

Pubblicità

Perché il settore della profumeria artistica è meno conosciuto?Principalmente il motivo sta nel fatto che, mentre le profumerie commerciali sono pubblicizzate da grandi gruppi che sfruttano i principali media e riviste e utilizzano testimonial famosi, le profumerie artistiche sono sostenute direttamente dai rivenditori, per cui le disponibilità di investimento sono ovviamente ridotte. Ma forse questo “essere meno visibile” del settore di nicchia permette a quest’ultimo di mantenere quella sorta di mistero e di esclusività che gli dà quel valore aggiunto nel momento in cui viene scoperto.

Profumeria Artistica vs Profumeria Tradizionale

Profumi tradizionali vs profumi di nicchia

Il profumo tradizionale è progettato per raggiungere un target ampio, viene formulato seguendo le varie mode e il cliente spesso lo acquista non tanto per le note olfattive, ma perché si riconosce nel brand o nel testimonial che lo rappresenta. L’acquisto è per lo più indotto e il venditore non deve fare altro che indirizzare il cliente alla proposta del momento.

Il profumo di nicchia può essere invece considerato un’opera d’arte perché nasce dalla creatività dei nasi o profumieri, i quali sono in grado di racchiudere in un flacone l’evocazione di un ricordo, una storia o un’emozione. La scelta di un profumo di nicchia diventa quindi un vero e proprio viaggio sensoriale olfattivo. Il venditore deve essere bravo ad accompagnare il cliente in questo percorso alla scoperta del magico mondo delle materie prime e a trasmettere nel modo più poetico e suggestivo possibile la storia che il maestro profumiere ha voluto raccontare con la realizzazione della fragranza.

I profumi di nicchia non sono sempre facili da scegliere e da comprendere perché sono fragranze che vanno fuori dagli schemi, spesso appaiono audaci perché non rispettano i classici stereotipi, ma quando una fragranza è in grado di risvegliare in una persona determinati sentimenti ed emozioni in modo affine al suo stile e alla sua personalità, non viene più considerata semplicemente come un accessorio da abbinare ad un vestito, ma diventa parte integrante del vero essere di chi lo indossa.

Prezzi

Nella profumeria commerciale si può parlare di una vera e propria guerra dei prezzi. Lo stesso profumo si può trovare sul mercato ai prezzi più disparati e in diversi canali distributivi.

L’opposto invece si verifica nella profumeria artistica dove i prezzi al pubblico vengono proposti dai concessionari in maniera analoga. Nel settore artistico quindi, sia nei negozi fisici, sia nei siti e-commerce ogni fragranza si troverà sempre allo stesso identico prezzo.

Una falsa credenza è quella di credere che la profumeria artistica sia più costosa di quella commerciale. In realtà nella profumeria artistica il ventaglio di brand è molto ampio e ognuno ha una sua fascia di prezzo. I prezzi più alti sono dovuti a motivazioni più che legittime, ad esempio:

– Scelta del packaging più curato.
Concentrazione più alta del profumo da cui ne derivano maggiore intensità e persistenza.
– Selezione di materie prime più pregiate.

Profumeria Artistica vs Profumeria Tradizionale

Materie prime

Altra falsa credenza: c’è chi è convinto che nella profumeria artistica i componenti dei profumi siano esclusivamente naturali. In realtà non è così: ci sono alcuni odori che non si possono riprodurre in natura e ci sono sostanze naturali tossiche, quindi inutilizzabili. Pertanto, usare solo ingredienti naturali sarebbe una limitazione alla libertà di espressione dei nasi. Allo stesso tempo, una fragranza realizzata in laboratorio non sarà mai come quella che si trova in natura utilizzando le varie tecniche di estrazione.

Così come nella moda si va sempre alla ricerca della novità, anche i nasi (sebbene oggi possano “giocare” su circa 3000 materie prime tra sintetiche e naturali), sono sempre alla scoperta di nuovi accordi e nuove alchimie per dare origine a fragranze sempre più innovative.

Ti è piaciuto l’articolo? Se hai trovato interessante scoprire il mondo della profumeria artistica, non dimenticarti di condividere il blog con i tuoi amici e di lasciarci un commento!

Lascia un commento